6 applicazioni fotografiche da non perdere

La fotografia – come ogni arma – ci si può ritorcere contro se non usata con sapienza (Tano D’Amico)

Oggi con smartphone e i moderni sistemi la fotografia è divenuta istintiva più che accessibile.

Le case costruttrici di fotocamere e sensori si fanno la guerra del megapixel, del micrometro e del chip.

In realtà bastano alcuni accorgimenti per avere delle immagini utili al nostro scopo.

Il sistema operativo Android è una vera giungla di app e spesso ci si perde tra la moltitudine di possibilità. Ecco alcuni consigli.

  1. Una buona app fotografica, che controlla al meglio tutte le variabili fotografiche è senz’altro OpenCamera.
    Quest’app è particolarmente consigliata per l’uso fotografico. Produce degli ottimi HDR, controlla davvero bene l’esposizione e se si azzecca il bilanciamento del bianco avremo un’ottima base come scatto. Se il tuo dispositivo lo permette salva anche in formato raw (DNG). Offre una livella automatica che permette di non mancare mai un’orizzonte.
    Da non perdere!
  2. Una volta scattata la fotografia è senz’altro da rifinire. Questa fase viene chiamata postproduzione.
    Una delle migliori app è sicuramente Snapseed.
    Particolarmente potente il filtro di conversione in bianco e nero.
    Molto pratica da usare con la scelta dei comandi via touch in alto e basso e il sambiamento del loro valore via touch a destra e sinistra.
  3. Instagram è oggi il re indiscusso del marketing per immagine.
  4. In quei casi in cui è difficile mettere a fuoco o vuoi una profondità di campo controllata puoi usare la tecnica dell’iperfocale, affidati a DoF Calculator per non mancare più un fuoco.
  5. Il time lapse è una tecnica fotografica applicata alla creazione di video che includono un lungo lasso temporale. Il risultato sarà estremamente veloce. Per progettare al meglio è necessario uno strumento (Time Lapse Calculator) che progetta  l’intervallo tra due immagini in base ad alcuni risultati noti: la lunghezza finale, il numero di frame per secondo (fps).
  6. Il time lapse non si può fare con l’applicazione integrata dello smartphone, ci vuole un’applicazione appositamente progettata. Io mi trovo bene con questa ma ce ne sono molte altre.